domenica 12 novembre 2017

QUANTI MODI DI FARE E RIFARE CULINGIONIS DE PATATA


             Ciao a tutti e buona domenica!
                                        Oggi abbiamo il nostro appuntamento preferito ...
                                             seconda domenica del mese alle ore 9
                                        con le cuochine dei  Quanti modi di fare e rifare



Siamo pronte per preparare la ricetta regionale sarda                       











Sorge spontanea una domanda cosa sono i  culingionis?
Piccola ricerca in internet ...

I culingionis sono dei ravioli tipici della cucina sarda, dalla caratteristica forma a mezzaluna e con il ripieno a base di verdura e pecorino fresco, da servire conditi con salsa di pomodoro oppure burro e ovviamente pecorino grattugiato.

Quelli che ci ha proposto la cuochina sono quelli di patata e per trovare la ricetta perfetta e il passo passo vi consigliamo di vedere
i consigli-e-suggerimenti-della-cuochina.

Oggi le apine hanno voluto fare le "creative" e si sono divertite così:



PER LA PASTA:
500g di farina di semola macinata finemente
3 uova
acqua tiepida

Abbiamo impastato la farina di semola con le uova e  l' acqua tiepida,  finché non abbiamo ottenuto un impasto liscio e ben amalgamato.
Lasciato riposare in frigorifero per 1 oretta dentro un sacchetto per alimenti.

PER IL RIPIENO

800g di patate qualità polpa bianca
7/8 foglioline di menta
noce moscata
mezzo bicchiere  olio extravergine d'oliva all'aglio home made
(lasciamo un paio di spicchi d'aglio per alcuni giorni nell'olio evo)
  parmigiano reggino grattugiato quanto serve

Abbiamo pulito e schiacciato con lo schiacciapatate le patate lessate, condite con mezzo bicchiere d'olio all'aglio (home made), la menta tritata finemente, pizzico di sale, grattata di noce moscata e formaggio grattugiato...si sa per noi parmigiano reggiano ..(.vero amore come dice la pubblicità)
Una piccola curiosità ... trovata sempre in Internet.....

 In realtà in questa ricetta non si dovrebbe utlizzare la menta ma la nebidedda, un'erba aromatica spontanea caratteristica di questa regione, ma di difficile reperibilità altrove

La nostra menta è sempre pronta all'uso...bravav..brava in un grosso vaso sul balcone!!


Tirare le sfoglie abbastanza sottili, tagliare con la formina tanti cuori , mettere nel mezzo una noce di ripieno e chiudere con altro cuore. 


Belli vero?


anche il gufetto è soddisfatto ....o stupito...i culingionis non hanno questa forma..al massimo la forma a spiga..e la sfoglia è senza uova ...ma si sa le apine amano giocare!!


Abbiamo fatto cuocere i nostri cuori in abbondante acqua salata per alcuni minuti e poi li abbiamo spadellati con il sughetto al pomodoro preparato così:

Olio all'aglio
2 bicchieri di passata di pomodoro home made agosto 2017
rametto di menta
sale
il tutto fatto cuocere per una decina di minuti



e per finire pioggia di parmigiano reggiano grattugiato.

Mille grazie  a   Cuochina, Anna, Ornella dei   Quanti modi di fare e rifare, per il loro grande impegno e ricette buone.
Quando ci vediamo?.....il 10 dicembre 2017 ci faremo gli auguri ..il tempo è volato siamo all'ultima ricetta del 2017


   (dolce di Natale 25 dicembre 2017)    

Un bacio dalle 4 apine

sabato 28 ottobre 2017

"LASAGNETTA" AL FORNO CON STRISCE DI ZUCCHINE, POLLO E CIUFFETTI DI CAROTE



Questa volta abbiamo messe le carote julienne, altre volte striscioline di radicchio.....
Ma di cosa stiamo parlando?
Avete ragione.....procediamo con ordine e con calma!!
Ricettina troppo semplice, troppo furba e moltissimo buona!!! 


Siamo andate al supermercato e abbiamo acquistato una confezione di fettine di pollo BIO molto sottili, una confezione di zucchine verdi e una confezione di carote.
L'aglio, il limone, il sale profumato home made, pane e parmigiano reggiano grattugiato,  olio evo, li avevamo in casa ... l'erba cipollina e la menta nei vasi in giardino.
Ci manca un ultimo ingrediente:
la curiosità allegra che ci vuole quando si prova una ricetta nuova
... come sarà e... come verrà....andando tutto a "occhio"
proviamo allora..mettetevi un bel grembiule


Abbiamo lasciato  "profumare" le fettine di pollo per un paio d'ore con succo di limone, alcuni spicchi di aglio, sale (tritato con rosmarino,salvia,ginepro,aglio,pepe) olio,  coperto con pellicola e in frigorifero..


Lavare e asciugare le zucchine spuntarle e tagliarle  nel senso della lunghezza ...devono essere sottili


Pelare le carote e renderle a julienne.
Lavare,  asciugare l'erba cipollina e le foglie di menta e fare un trito un po' grossolano


Prendere una pirofila da forno e comporre così:
Si inizia con un filo d'olio evo ungendo la base, le fettine sottili delle zucchine vicine vicine e si completa il primo strato, spolverando con il trito profumato e un poco di sale ....


Secondo strato fatto con le fettine di pollo marinato


Terzo e ultimo strato fettine di zucchine.
Le abbiamo disposte a mo' di grata e nei quadri vuoti abbiamo inserito i ciuffini di carote.


filo olio evo


spolverata di erba cipollina e menta e pizzico sale


mix di pane e parmigiano reggiano grarttugiato.
Mettere in forno 180° per 20/30 minuti


La carne rimane morbida


no fritto...no unto...ma molto gustoso!


Cosa ne pensa il nostro alveare??


Siccome hanno tutti la bocca piena....pollice alzato...mano destra e mano sinistra. 
BUONISSIMO!!!!
Un bacio dalle 4 apine

domenica 15 ottobre 2017

CURIOSANDO SUL BANCHETTO DI APECUCIRINA



Ma...FUNZIOONA??

CERTO!
Velocità 1 e Velocità 2

Lo stupore ed il sorriso sono immediati quando capisci che  questa macchina da cucire  funzionante  anni "70. è un giocattolo.
L' abbiamo trovata a un mercatino ...sapete quelli della domenica mattina ed è conservata benissimo!

A proposito di mercatini
avete cinque minutini di tempo vi portiamo a curiosare in quello di ottobre - aspettamdo il Natale - di apecucirina.
Quello di ottobre perchè farà anche quello di novembre e di dicembre presso i locali Conad Campus.
    


Ecco, appena finite di cucire le borse Natale 2017..
apecucirina  è molto soddisfatta di questo Babbo Natale tranquillo e rilassato ...burroso per usare un termine food!!!
 

di questo già in viaggio con tanto di regali e renna in aiuto



di queste con angeli di pezza,, stelle, cuori e cavalluccio di una giostra..
.oh! oh!
anche stivali e cappello di babbino natale....li avrà perduti?



tante................................
tante...tantissime stelle alpine  per una piccola tracolla



e porta monetine-occhiali-fazzolettini di carta...perchè no?


palle per albero di Natale di cordoncino rivestite


presine, sotto-tazza-sotto bicchieri segnaposti


ognuna con innevate cartoline natalizie



etichette ferma-pacchetto con meravigliosi bottoni ...uno diverso dall'altro



Apecucirina ci suggerisce che
A NATALE OGNI CUCINA
VUOLE LA SUA PRESINA



tovagliette americane con tanto di mela rossa e canovacci fra quadri e fiorellini


ma non solo Natale......
eleganti donne in giro per il mondo


è talmente vero che
Dimmi come ti chiami



piccolini...dove volete andare....
giù dalla borsetta??


sono una volpe molto furbina in cucina...divento sottopentola....sottopiatto,
mi presento bene,
faccio compagnia
e non ti faccio scottare


Tutto bellissimo...ma ci vuole sempre anche un po' di cuore....


Questi fuori porta sono stati realizzati da apecucirina per essere venduti e con il ricavato sostenere le attività del Centro Lubiana.

centro-socio-riabilitativo-diurno-e-residenziale-per-disabili
Nell’immenso parco della villa vengono organizzate in tantissime occasioni feste, eventi teatrali e momenti di apertura al contesto sociale. 

Centro Socio Riabilitativo Diurno e Residenziale per disabili “Villa Lubiana” di Parma

Un bacio dalle 4 apine a tutti gli ospiti e operatori del Centro. 

domenica 8 ottobre 2017

QUANTI MODI DI FARE E RIFARE IL BUDINONE SENESE




             Ciao a tutti e buona domenica!
                                        Oggi abbiamo il nostro appuntamento preferito ...
                                             seconda domenica del mese alle ore 9
                                         con le cuochine dei  Quanti modi di fare e rifare





Siamo pronte per preparare il

        
                                        Budinone senese







volete sapere se questa ricetta toscana chiamata Budinone senese chiamato anche Torta di riso è piaciuta al nostro alveare???
In modo giovane...POLLICE ALZATO ...
In modo "classico" ....UNA BONTA'
Cuochina si puo' proprio dire che le ricette che proponi sono sempre un successo.
Qui di seguito il link per leggere i 

consigli-e-suggerimenti-della-cuochina.



Adesso vi raccontiamo anche con le fotografie come abbiamo preparato il nostro budinone partendo da questa ricetta.....abbiamo fatto solo.qualche variazione

riso originario 300 gr.
zucchero semolato gr. 180
arancia candita home made gr 100
burro gr. 60
pinoli gr.70
6/7 gherigli di noce
3 uova
1 litro di latte
limone bio..buccia grattugiata
uvetta 50 gr. messa a bagno nel liquore home made crema di limone
(tipo limoncino con una parte di latte)
zucchero a velo quanto serve


Siccome ci sentivamo un po' creative...la prima cosa è stata scegliere la teglia e aprendo il cassetto era proprio li' che ci guardava e immaginare che al centro avremmo messo um piccolo mazzolino di fiori è stato un attimo.



L'uvetta l'abbiamo messa a macerare in tre dita di crema di limone ,(liquore fatto in casetta) 
Abbiamo scongelato le ultime scorzette di arancia candite preparate per le feste natalizie scorse.



ultima letta alla ricetta prima di mettere a bollire il latte con lo zucchero.
Quando sta per alzare il bollore, unire il riso, mescolarlo e farlo cuocere almeno fino quando il riso ha assorbito tutto il latte...se non fosse ancora cotto aggiungere un poco di acqua calda e completare la cottura.
Il riso non deve essere al dente.   


Fare raffreddare il riso e metterlo in una ciotola.
Aggiungere i pinoli, la buccia grattugiata del limone bio


l'uvetta e la crema di limone


qualche gheriglio di noce e mescolare bene.
Fare ammorbidire il burro nel forno acceso


aggiungere i tuorli d'uovo
fare a tocchetti le scorzette di arancia,


unire il burro fuso ormai freddo e mescolare con cura.


Inburrare molto bene lo stampo e mettere in forno preriscaldato a 180° per 30/40 minuti


Eccolo ancora caldo ...appena uscito dal forno....
Attenzione scotta


Troppo contente...e come si dice ....
                                                 se è buono come è bello!!!



come è bello il mazzolino di fiori da mettere al centro


e come è buoooono ......



e si vede...è quasi sparito tutto ..
".un attimo per favore faccio foto" ...è la richiesta di apelaboriosa
la risposta in coro dell'alveare:" Va bene ...però fai presto!"

Mille grazie  a   Cuochina, Anna, Ornella dei   Quanti modi di fare e rifare, per il loro grande impegno e ricette buone.
Quando ci vediamo?


12 novembre 2017  Culingionis de Patata
Un bacio dalle 4 apine