mercoledì 25 aprile 2012

CIAMBELLA ROSA DI RISO ...CON PISELLINI E PROSCIUTTO COTTO



Un tuffo negli anni "70.....
...allora il.."cercala con Google" non c'era ancora e oltre alle riviste di cucina c'era il "poi... mi dai la ricetta?" che, veniva scritta per bene su un foglietto di carta oppure ti accontentavi, pur di averla, di una spiegazione orale, veloce e ad "occhio"(senza le dosi precise).
Questo stampo è stato acquistato e da sempre utilizzato per la ricetta di oggi.
La signora che gestiva, allora, il negozio di casalinghi, dove è stato acquistato, era un'ottima cuoca e nel suo negozio potevi trovare le novità per la casa e la cucina, ma trovavi soprattutto "la dritta" per realizzare una ricetta diversa, non troppo complicata, di sicuro effetto nella presentazione e trovavi soprattutto la gioia di condividerla con te e spiegartela con generosità.



"Basta imburrare bene lo stampo, foderarlo con il prosciutto cotto,



cuocere il riso condirlo a piacere, riempire lo stampo con cura e con altrettanta cura rovesciarlo su un piatto rotondo grande,



fare una corona di pisellini al burro e mettere un sugo a piacere, nel buco dello stampo...vedrete ...vi faranno l'applauso".



E' STATO SUBITO AMORE!



Negli anni abbiamo variato la ricetta molte volte: tagliatelle anzichè riso, il sugo è diventato di funghi, di ragù, di spezzatino-ino-ino...cosa non abbiamo mai cambiato?
Lo stampo foderato con il cotto e la corona di piselli!

Biglietto della spesa per questa preparazione:

800 gr. riso
250 gr. prosciutto cotto affettato
2 fette un po' alte di prosciutto cotto per fare i quadrotti
busta pisellini surgelati (500 gr.)
2 robiola
200 ml.panna fresca
formaggio parmigiano reggiano grattugiato quanto serve
burro quanto serve per imburrare lo stampo
sale quanto serve

Semplicemente:
Imburrare lo stampo e foderarlo con le fette di prosciutto cotto.
Questa operazione va fatta con cura e pazienza.

Tagliare a quadrotti le fette alte di cotto le metteremo nei piselli, nel sugo e una piccola parte ci servirà per decorare.

Preparare in un pentolino il sugo da mettere nel buco della ciambella:
fare sciogliere nella panna una robiola, 2/3 manciate generose di parmigiano e
aggiungere una manciata di quadrotti di cotto

Mettere in un tegame un poco di burro, una cipollina tagliata a metà (alla fine va tolta),
far cuocere i pisellini, salare, aggiungere i quadrotti di cotto e farli insaporire
qualche minuto.

A questo punto c'è solo da cuocere il riso in acqua salata, condirlo con l'altra robiola, parmigiano reggiano, piselli e cotto (noi circa 1 bel bicchiere) mantecarlo bene e ...con calma riempire lo stampo.
Il burro con il calore del riso si scioglie e il cotto si attacca al riso.
Battere un poco lo stampo e dopo un paio di minuti, appoggiare il piatto da portata sullo stampo e capovolgerlo....non toglietolo subito, ma verificate con calma che il cotto si sia staccato tutto...è più difficile da scrivere che da fare!!!


E adesso facciamo la corona di piselli e cotto intorno alla nostra ciambella rosa di riso e mettiamo il sugo nel buco della ciambella completando con 2/3 cucchiaiate di piselli e alcuni quadrotti di cotto.
Andiamo a tavola .....


SQUISITO!!!!!

Con questa ricetta partecipiamo al contest THINK PINK - Colors & Food, what else?
di Essenza in Cucina e My taste for food:


PRIMAVERA

14 commenti:

  1. Che bella idea!E chissa che buona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Lenia,
      è una ricetta, appunto, che facciamo da tanto tempo.
      Adesso veniamo a salutarti nella tua cucina.
      Grazie
      le 4 apine

      Elimina
  2. Davvero un grande tuffo negli anni 70! Si, perché ogni periodo ha il suo stile e le sue ricette "must", che guai a toccarle, ancor oggi, a chi ci si è affezionato negli anni, come questa bella ciambellona che con il suo rosa e verde mi rimanda indietro a razzo all'epoca di quando iniziavo ad innamorarmi della cucina, cioè dai sei anni in poi ;)
    grazieeee!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Cinzia,
      ci hai fatto riflettere
      è VERO è proprio così...ogni periodo ha il suo stile.
      oggi negli anni "10 del 2000" abbiamo acquistato stampini mono porzioni a forma di ciambellina e rifatto questa ricetta in monoporzione....insomma la ciambellona ..è proprio anni 70 si può anche dire...con amore... vintage??
      Grazie e a presto
      le 4 apine

      Elimina
  3. La prefazione di questo post è meravigliosa un minitrattato di antropologia culturale o di storia. La ricetta è simile proprio a quella faceva la mia mamma giustappunto negli anni settanta e con uno stampo simile. Penso che la farò ai miei figli che non l'hanno mai assaggiata
    Grazie per avermela ricordata
    un bacione da Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te Angela,
      ma sai che i vari foglietti o semplici pezzi di carta strappata al momento dove sono annotate le ricette hanno una loro poesia!!
      E poi ...ci sono le ricette che per il colore..per come sono abbinate ti portano immediatamente ad accarezzare la persona che te la faceva.
      Ed è, anche se qualche volta malinconico, BELLISSIMO e...come salutarla.
      Un bacio le 4 apine

      Elimina
  4. Mmmm.. che spettacolo! Devo provare a fare qualcosa di così sfizioso!

    RispondiElimina
  5. ciao Bianca Neve
    benvenuta, ti possiamo offrire un caffè, una fetta di torta?!
    Siamo già state nel tuo blog e ci siamo unite ai tuoi lettori
    ti seguiamo con piacere.
    Grazie e a presto
    le 4 apine

    RispondiElimina
  6. Ciao! ho visto che ti sei unita ai miei followers così sono passata a curiosare nel tuo blog... quante golosità che ho trovato! Faccio soprattutto dolci, ma impazzisco per il salto e questa ciambella dev'essere buonissima!!!!
    Ti seguo volentieri... a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao benvenuta,
      ti possiamo offrire un caffè o un pezzo di torta??
      Ti seguiamo anche noi con gioia..grazie e a presto
      le 4 apine

      Elimina
  7. Molto primaverile questa ricetta, da provare e la dritta del burro nello stampo mi sembra fondamentale....bellissimi i vecchi negozi di casalinghi.
    Ciao francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Francesca...
      si il burro è come se fosse una.."colla" con due usi: incollare e
      sciogliendosi lasciare andare il tutto!!
      Un bacio e grazie Francesca
      le 4 apine

      Elimina
  8. Più che amore, una delle foto fa più riferimento all'appetito, ma so che l'amore si riferisce a quello che mettete nel realizzare le vostre opere. Ricetta molto semplice e veloce da portare in tavola. Non essendo troppo grassa chiederò alla nutrizionista se mi permette di farmela. Un abbraccio, anzi quattro.

    RispondiElimina
  9. ciao Elio,
    sentiamo che segui con scrupolo la tua dieta..
    SEI DAVVERO MOLTO BRAVO perchè è un gran sacrificio!!...ma vedrai che risultati!
    Ti mandiamo tutta l'energia che ci vuole per continuare la dieta!!
    un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina